Ghana, la prima greenhouse realizzata grazie al microcredito

12 novembre 2018 - L'impegno di Stop Tratta in Ghana non conosce tregua. Solo qualche giorno i primi fondi di sviluppo e microcredito hanno dato i loro frutti: è stata infatti installata la una greenhouse. Il primo beneficiario del progetto è Tecky George  un ragazzo che ha fatto tutto il percorso di formazione in agricoltura organica presso la scuola di Don Bosco. Successivamente Tecky ha frequentato il corso per diventare insegnate proprio in agricoltura organica e ha avuto modo di trasmettere la sua conoscenza, maturata sul campo e appresa nella scuola salesiana, ai ragazzi più giovani che si avvicinano al mondo dell'agricoltura. Sviluppare il settore agricolo e incentivare l'impresa individuale è il modo migliore per consentire ai ragazzi e ai più vulnerabili di immaginare un futuro in Ghana e allontanare i fantasmi di un'emigrazione forzata. Tecky George ha acquisisto anche rudimenti di carattere burocrarico ed economico, ha dovuto infatti presentare un business plan per ottenere i fondi per la sua green house.  Ora, grazie ai frutti della terra, potrà mettere in piedi un piccolo commercio e provvedere alle esigenze della sua famiglia. 

Share this post

call-to-action-infografica-migranti-e-rifugiati-2017