Immigrato in Italia, torno in Senegal per fare impresa

Seny è un giovane senegalese accolto presso la Comunità diffusa di Aidone nell’estate del 2014, assieme ad altri connazionali. Segue il corso di alfabetizzazione e i laboratori didattici, emerge per le capacità espressive in lingua italiana, per la socievolezza e la dinamicità.

Viene individuato per poter svolgere un tirocinio formativo con l’Associazione Don Bosco 2000 come mediatore culturale e linguistico. Il tirocinio viene poi prorogato due volte, fino all’assunzione, un anno dopo, circa.

Oggi Seny fa parte dell’èquipe multidisciplinare del progetto Sprar di Aidone e da poco segue lo start up della neonata Comunità di Villarosa, a seguito dell’approvazione del progetto territoriale Sprar dello stesso Comune avvenuta lo scorso giugno.

 

IL RITORNO IN SENEGAL DI SENY

Nel frattempo, ha accolto benevolmente la proposta di aiutare il team di progettazione dell’Ass. DB2000 ed il progetto Stop Tratta, partecipando ad un viaggio in Senegal per promuovere azioni di sviluppo locale nelle terre natìe degli ospiti accolti negli ambiti turistico e agricolo. In qualità di conoscitore del territorio, suggerisce possibili interventi in loco. Nel mese di novembre, orgoglioso, è tornato nel suo paese d’origine, formato e informato per coordinare risorse sul territorio, individuare potenzialità e proposte di sviluppo. Spera che non sia l’unico viaggio, che si possa continuare a costruire Comunità in quelle terre vergini, ricche di possibilità ma spesso sottovalutate o sfruttate per necessità contingenti.

Un processo di capacity building per sé ma anche per la creazione di un ambiente in grado di innescare percorsi virtuosi che favoriscono la sostenibilità dello sviluppo.

In quegli stessi giorni, insieme a Stop Tratta, si è recato nel proprio villaggio di origine ed è stato lui stesso a svolgere attività di sensibilizzazione di fronte ad amici, parenti e le tante persone della comunità in cui ha vissuto fino a pochi anni fa.

Seny, insieme ad Agostino Sella, sono stati intervistati all’interno di un servizio su accoglienza ed immigrazione che ha portato la trasmissione di Rai 1 “A Sua immagine” all’interno del Centro di Accoglienza per Minori non accompagnati di Catania.

a sua immagine

Queste testimonianze e l’esperienza ed i racconti che ogni giorno raccogliamo sul campo grazie ai nostri referenti di progetto espatriati nelle aree di intervento, sono ciò su cui lavoriamo e che ci dà la misura di quanto la campagna Stop Tratta stia andando nella direzione giusto contribuendo a sostenere queste comunità.

Share this post

call-to-action-infografica-migranti-e-rifugiati-2017