Partire deve essere una scelta non l'unica strada.

Il Senegal è il quarto Paese dell’Africa sub-sahariana e il primo dell’Africa occidentale per numero di emigrati. Stime ufficiali del 2011 parlano di oltre 400.000 senegalesi emigrati, ma se si pensa all’emigrazione illegale questo numero potrebbe essere due o tre volte superiore. In Italia ci sono attualmente circa 94.030 senegalesi (dati ISTAT, 2015)


 

IL CONTESTO

Il fenomeno migratorio senegalese è multiforme e interessa tutte le fasce della società: c’è chi si sposta legalmente per ricongiungersi alla famiglia, per gli studi o per un lavoro stagionale. L’elevata disoccupazione e l’ aumento della povertà sono le principali cause di emigrazione. Inoltre la disoccupazione è spesso legata ad un basso tasso di scolarizzazione e quindi di formazione tecnica. Pertanto molti giovani considerano la migrazione  come una necessità, un'alternativa economica.

 
 

LA MISSIONE SALESIANA

I Salesiani sono presenti in Senegal attraverso il Centro di formazione professionale “Centre Kër Don Bosco” di Dakar, a Tambacounda e con l’ONG salesiana Adafo.

 

I BENEFICIARI

Giovani tra i 14 e i 39 anni e i migranti di ritorno a Dakar e nella regione di Tambacounda e circa 5000 giovani a rischio di immigrazione.

 

Obiettivi

 

Sensibilizzazione e informazione

Informare e far conoscere i rischi del viaggio illegale; fornire informazioni sul traffico degli esseri umani nelle regioni interessate dal fenomeno migratorio in Senegal; Informare sulle reale opportunità di successo della migrazione in Italia e in altri paesi europei.

 

Migliorare i livelli occupazionali dei giovani

Migliorare i livelli occupazionali dei giovani e dei migranti di ritorno dei quartieri popolari di Dakar, tramite il rafforzamento dell’offerta professionale che risponda alle esigenze del mercato del lavoro nonché favorire l’avvio di attività generatrici di reddito e micro impresa, migliorando i livelli occupazionali dei giovani e dei migranti

Attività Previste

 

Campagna di sensibilizzazione e informazione

Campagna di sensibilizzazione e informazione tramite i media tradizionali (soprattutto la radio e la stampa), i nuovi media (Internet e social) ed eventi speciali di sensibilizzazione (incontri itineranti) sui rischi del viaggio e il traffico di esseri umani.

 

Formazione Professionale

Potenziamento dell’offerta formativa e dei centri di formazione professionale a Dakar e nella regione di Tambacounda.

 

Avviamento al lavoro

Organizzazione di stage formativi al termine dei corsi professionali a Dakar. A Tambacounda è prevista l’rganizzazione di un corso di formazione su creazione e gestione di una cooperativa, Inoltre verrà implementato il servizio offerto dall’Ufficio di Orientamento al Lavoro presente presso la struttura salesiana, e favorito l’accesso degli studenti (sia giovani che migranti ritornati) della scuola tecnica salesiana al micro credito/cash transfert per l’avvio di un’attività lavorativa.

Giovani tra i 14 e i 30 anni e i migranti di ritorno a Dakar e nella regione di Tambacounda. 

I progetti in dettaglio

 

PROGETTO DAKAR

Potenziamento offerta formativa professionale di Ker Don Bosco ed adeguamento della struttura: allestimento laboratorio informatico e fornitura materiale alla biblioteca; orientamento al lavoro.

BUDGET: 128.000 euro

 

PROGETTO TAMBACOUNDA

Formazione tecnico-professionale, formazione ed avviamento attività agrosilvopastorali grazie all’accesso a fondi di microcredito. Per facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro,  il progetto prevede anche l’istituzione di un servizio di avvio al lavoro presso la scuola salesiana Don Bosco in raccordo con ANPEJ e ARD.li

BUDGET: 305.840 euro

 

CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE DI CONTRASTO ALLA MIGRAZIONE ILLEGALE E AL TRAFFICO DI ESSERI UMANI

Diffusione del messaggio sui rischi del viaggio attraverso media nazionali e locali, radio, internet, organizzazione di eventi itineranti, gadget, incontri nelle scuole.

 

call-to-action-infografica-migranti-e-rifugiati-2017