#TALESOFAFRICA: LA STORIA DI JUSTICE BAE


Questa è la storia di Justice Bae un contadino di 33 anni, nato a Tainano in Ghana, terzo di sei figli.

Justice si è dovuto subito occupare della sua famiglia. Dopo gli studi elementari si è trasferito con lo zio a Sefwi, nella parte occidentale del Ghana, per lavorare e risparmiare qualche soldo.

Justice Bae a Sefwi è diventato un apprendista carpentiere e subito dopo ha deciso, con alcuni amici, di viaggiare fuori dal Ghana e recarsi in Libia.

La sua esperienza in Libia è stata drammatica, è stato arrestato e rinchiuso in un campo di progionia per 4 mesi. Questo tipo di esperienza lo convince a rientrare in Ghana anche perché nel mentre sua madre si era gravemente ammalata e aveva bisogno di assistenza.

Rientrato a casa Justice ha ripreso a studiare e ha completato il percorso di istruzione secondaria.

Ora è un contadino, vive a Berekum e si è occupato di una piantagione di cacao e con quel reddito mantiene sua moglie e i suoi tre figli. Dallo scorso settembre partecipa ai corsi di formazione di Stop Tratta e il suo obiettivo è continuare nel settore agricolo, migliorare la sua vita e diventare un uomo di affari.

call-to-action-infografica-migranti-e-rifugiati-2017