Mobilità umana e sviluppo: una risposta salesiana

31 gennaio 2018 - Le realtà che in Italia si ispirano al sistema educativo di Don Bosco e alla tradizione salesiana, come il Volontariato Internazionale per lo Sviluppo (VIS), il Centro Nazionale Opere Salesiane (CNOS), CNOS - Formazione e Aggiornamento Professionale (CNOS-FAP), Missioni Don Bosco e Salesiani per il Sociale(Servizi Civili e Sociali – SCS/CNOS), si impegnano a dare risposte coerenti e integrate alle situazioni di crisi che coinvolgono i migranti, i rifugiati, gli sfollati e le vittime di tratta, in particolare giovani, bambini e bambine.

L’attività delle realtà salesiane è orientata sia allo sviluppo economico e sostenibile dei Paesi di origine per offrire concrete opportunità per realizzarsi nel proprio Paese sia all’accompagnamento di chi sceglie di partire con un percorso completo di accoglienza e integrazione socio-professionale inclusiva nel Paese di destinazione.

Gli enti italiani di ispirazione salesiana condividono e perseguono i seguenti principi e obiettivi:

  • Lo sviluppo umano integrale, inteso come ampliamento delle capacità e delle opportunità di scelta sia per le singole persone che per le comunità, come rafforzamento della giustizia sociale e come partecipazione.
  • La valorizzazione delle migrazioni che costituiscono un fenomeno che da sempre caratterizza la storia dell’umanità.
  • La crescita socio economica dei Paesi in via di Sviluppo al contempo senza ostacolare il potenziale positivo della mobilità umana nazionale e transnazionale.
  • Coordinare le forze e le risorse e agendo, ciascuno nel proprio ambito e/o territorio, a perseguire quanto stabilito dal Target 10.7 dell’Agenda 2030: “Rendere più disciplinate, sicure, regolari e responsabili la migrazione e la mobilità delle persone, anche con l’attuazione di politiche migratorie pianificate e ben gestite” secondo le seguenti linee direttrici:
    •  favorendo il rafforzamento del dialogo politico con il Governo e le istituzioni in Italia per richiedere, incentivare e sostenere politiche di accoglienza e di inclusione socio-economica dei migranti nonché la riattivazione effettiva di canali ufficiali e regolari per la migrazione,
    • contribuendo nei Paesi partner alla responsabilizzazione dei governi e delle istituzioni locali rispetto all’impegno per lo sviluppo umano integrale e sostenibile e per la creazione di percorsi regolari di migrazione e di contrasto al traffico di esseri umani;
    • attuando percorsi integrati di accompagnamento dei migranti here and there, cioè dai Paesi di origine, ove il VIS e i salesiani sono presenti e operano anche con il supporto di Missioni Don Bosco, fino all’inserimento socio-professionale in Italia attraverso le attività di accoglienza e inclusione condotte dal CNOS- FAP e dalla Federazione SCS/CNOS Salesiani per il Sociale

Qui puoi trovare il documento finale di posizionamento degli enti italiani di ispirazione salesiana rispetto a Migrazioni e Sviluppo

Share this post

call-to-action-infografica-migranti-e-rifugiati-2017