Secondo l'Europol sono 30mila le persone coinvolte nel traffico di esseri umani

Un esercito di 30mila persone, di varie nazionalità, è coinvolto nel traffico di esseri umani. La cifra è stata fornita in un report da Robert Crepinko, direttore di Europol, l'agenzia Ue finalizzata alla lotta al crimine.

Delle 30mila persone coinvolte, solo 3mila si occupano direttamente della gestione della via di fuga in mare attraverso il Mediterraneo. Gli altri gestiscono le rotte attraverso i Balcani e l'Ungheria, o quello che attraverso l'Asia e l'Africa.

Pagine

call-to-action-infografica-migranti-e-rifugiati-2017